Torre del Greco (NA)
+393683218736
flayfotoemoda@gmail.com

Parco Nazionale del Vesuvio, Nozze d’Argento

il 5 giugno del 1995 nasce a tutti gli effetti il Parco Nazionale del Vesuvio, includendo finalmente tutte le aree boschive pedemontane nel sistema dei parchi nazionali Italiani.
La caratteristica unica del PNV è stata da sempre la biodiversità e la storica versatilità produttiva (prodotti come albicocche, pomodori e uve) che caratterizza da secoli l’economia antropologica e culturale dell’ area e non solo.
Le criticità a partire dalle eruzioni storiche più la cattiva gestione ad ampio spettro del territorio, però, hanno dato filo da torcere all’ esistenza del parco stesso: abusivismo, condoni, mancate espropriazioni, edilizia indiscriminata e, infine, incendi hanno distrutto gran parte del parco, riavviando un processo naturale di resilienza.
Fu nel Luglio del 2017, infatti, che in maniera dolosa degli incendi incontrollati distrussero un’ ampia percentuale di territorio boschivo causando la fuga di molte specie animali endemiche, dissesti idrogeologici e una massiccia immissione di CO2 fino ai confini del massiccio del Partenio.
A seguito di questo disastro, diverse associazioni e volontari sul territorio hanno creato una rete d’ azione che ha portato ad un restauro di alcuni sentieri perduti a causa di frane e abbattimenti e una più profonda tutela del parco.

Noi di Flay Foto e Moda abbiamo organizzato una due giorni di reportage su due versanti diversi del parco inerenti a Torre del Greco ed Ercolano:
-Il primo lungo il sentiero del “Fiume di Pietra” che si apre in uno spettacolare ginestraio che guarda a volo d’aquila la parte Nord del golfo di Napoli.
-Il secondo lungo le strade sterrate che da Torre Sud portano alle famose Briglie murarie ai piedi del Vulcano

Se nel primo reportage abbiamo goduto del recente restauro di uno dei sentieri più semplici e caratteristici del Vesuvio, nel secondo siamo rimasti sbalorditi da quello che è il residuo del disastro incendiario di 3 anni fa.
Le foto di Mario Ascione, Antonio Izzo e Francesco Sangiovanni vi aiuteranno a comprendere: